[16-05-2024 14:39] Fabiani: Sarri ci ha spiazzati, Tudor sarà il futuro.[03-05-2024 15:25] Valeri, salta l'arrivo alla Lazio.[24-04-2024 17:42] Nuovo scontro Lotito-Gravina.[19-04-2024 15:52] Lazio, sarà ancora Auronzo la sede del ritiro.[17-04-2024 04:27] Daniel-Ceballos-Fernandez[30-03-2024 11:58] Poor Lazio

Top News


facebook
instagram
twitter
youtube
whatsapp
tiktok
twitch
spotify

La solita porcata contro la Lazio

25-01-2024 09:15

Massimiliano Ferraresi

calcio, lazio, tifosi, l'editoriale,

La solita porcata contro la Lazio

Ancora una volta siamo costretti a rilevare l'ennesima porcata perpetrata ai danni dei tifosi della Lazio nel completo silenzio di tutti.  La prima ve

Ancora una volta siamo costretti a rilevare l'ennesima porcata perpetrata ai danni dei tifosi della Lazio nel completo silenzio di tutti. 

 

La prima vergogna ha come destinataria la società Lazio, che puntualmente, si limita ad inoltrare il ricorso circa la squalifica dei settori di curva nord, e distinti nord/est e ovest, inflitta dal giudice sportivo in occasione del derby capitolino di coppa Italia, vinto dalla Lazio, in cui i suoi tifosi si sarebbero resi responsabili di ululati razzisti nei confronti del calciatore giallorosso Romelu Lukaku.

 

Per prima cosa, questi presunti ululati di razzismo non li ha sentiti nessuno, punto secondo per quale motivo l'arbitro e il quarto uomo non hanno fermato l'incontro? E per quale motivo dagli altoparlanti dello stadio olimpico non è stato fatto nessun annuncio preventivo? Nessuno ha sentito niente, eppure è arrivata puntuale la squalifica dei settori caldi dello stadio.. non è strano tutto questo? 

 

Presidente, Lei avrebbe dovuto sbattere i pugni sul tavolo oggi, avrebbe dovuto rovesciare le scrivanie di via Allegri, avrebbe dovuto convocare subito una conferenza stampa per esprimere tutto il suo sdegno nei confronti di queste istituzioni sempre più anti-Lazio. E invece? Silenzio assoluto. Non basta un semplice ricorso peraltro perso!

 

Mi domando: forse come senatore della Repubblica non vuole andare contro quei poteri forti che per anni l'hanno sostenuto e aiutato ad acquisire la S.S.Lazio?

 

Si ricordi che i tifosi della Lazio sono i veri proprietari del club, e che senza di loro la Lazio non sarebbe esistita.

 

Cosa gli diciamo a quei circa ventimila che hanno sottoscritto l'abbonamento e che non potranno assistere alla partita Lazio Napoli se non attraverso la ricompra di un posto in tribuna? Ah già dimenticavo.. in via del tutto agevolata.. 

L'aspetto economico del Dio denaro conta sempre di più rispetto al tifoso in quanto tale. Complimenti!

 

I tifosi della Lazio colpiti da questo infame provvedimento è certo che acquisteranno il tagliando d'ingresso in Tevere e in Monte Mario, almeno quelli che se lo potranno permettere, ma non è giusto!

 

Se non vuole difendere i tifosi della Lazio come presidente, lo faccia almeno come senatore della Repubblica, si batta contro queste vere e proprie ingiustizie, vietare una partita con un biglietto già acquistato in un pacchetto di abbonamento è a mio avviso un atto vergognoso e incostituzionale. 

 

Si dovrebbe prodigare verso i suoi tifosi soprattutto in questo senso, anche a costo di intraprendere ulteriori battaglie legali che vadano aldilà della giurisprudenza sportiva. 

 

Come sempre, purtroppo, con il suo silenzio calerà il sipario su questa vicenda, Lei sarà il vero sconfitto agli occhi del suo popolo. 

 

La seconda vergogna è per tutte le istituzioni calcistiche, specchio di un calcio alla deriva, istituzioni che vogliono dei veri e propri burattini sugli spalti, composti e ordinati come se si fosse a teatro. Avete ucciso questo sport, lo avete spolpato fino al midollo. Vergognatevi!

 

Con quale faccia vi presentate davanti alla gente, nel sostenere la battaglia contro ogni forma di razzismo, salvo poi assegnare le fasi finali di supercoppa Italiana ad un paese dove i diritti umani sono negati in lungo e in largo?

Vergognatevi!

 

Per quali motivi non vi sdegnate quando dagli spalti partono chiari cori territoriali tra tifoserie avversarie, oppure insulti di provenienza etnica verso questo o quel giocatore?

Vergognatevi!

 

La discriminazione è discriminazione, eppure si continua solamente a colpire la tifoseria laziale. E' fin troppo evidente che qualcosa non torna, se avesse vinto la Roma saremmo stati squalificati?

 

E' il solito ritornello, il solito gioco dei “due pesi e due misure”, ormai siete stati sgamati da tempo, non meritate nessuna considerazione e nessun rispetto dai tifosi Laziali.

 

I salotti romani(sti) hanno vinto ancora, ma sappiate bene che i Laziali ci saranno sempre, resteremo sempre al fianco della nostra squadra del cuore, non cederemo neanche un centimetro, saremo sempre contro questo sistema fatto di gente finta e “politicamente corretta”.

 

Con noi non attacca, siamo LAZIALI e SIAMO PRONTI ALLA BATTAGLIA!